La liposuzione è in Italia l’intervento di chirurgia estetica più richiesto. L’obiettivo perseguito da questa tipologia di interventi è quello di rimuovere, aspirandole, le cellule di grasso depositate in eccesso nei punti strategici del corpo. E’ un obiettivo perseguito soprattutto da tante donne che desiderano “rimodellare” in modo efficace la loro silohuette.

In ogni caso, è opportuno premettere che la liposuzione non è una alternativa al miglioramento dello stile di vita, soprattutto per quanto riguarda una corretta alimentazione e una sufficiente attività motoria, quanto piuttosto un modo di trattare delle zone specifiche del corpo che risultano “resistenti” alla dieta e all’esercizio e in cui sono accumulate in quantità eccessiva le cellule adipose.

Per chi è indicata?

La liposuzione è consigliata a pazienti che hanno delle aree localizzate di grasso ben individuabili, mentre non è consigliata per le persone obese, dove l’area di grasso si estende in tutto il corpo.

Poiché dopo la liposuzione la pelle deve adattarsi ad i nuovi contorni del corpo, le persone che hanno una pelle tonica ed elastica sono i migliori candidati a questo tipo d’intervento. Se la pelle è sottile e con scarsa elasticità, nelle aree trattate la pelle potrà apparire allentata.

Descrizione degli interventi

Gli interventi di liposuzione possono essere effettuati in anestesia generale, anestesia spinale o epidurale oppure, a seconda della tipologia, in anestesia locale. Il tessuto adiposo viene rimosso tramite una cannula collegata ad un apparecchio aspirante ed introdotta sotto pelle attraverso piccole incisioni (2-3 mm). Alla fine dell’intervento, chiuse le piccole incisioni con punti di sutura o cerotti cutanei, viene fatta indossare una guaina elastica alla paziente allo scopo di chiudere i vasi sanguigni suddetti e di limitare l’edema (gonfiore) postoperatorio. Tale guaina dovrà essere portata di solito per almeno un mese.

Le aree del corpo rimodellabili sono: addome, braccia, caviglie, cosce, doppio mento, fianchi, ginocchia, gambe, glutei, guance, interno coscia, mento, polpacci, pube, seno, viso.

Le complicanze legate all’intervento sono rare e possono essere ematomi, infezioni e non compromettono assolutamente la vita.

Le modifiche apportate sono di lunga durata, a condizione che il peso rimanga stabile.